unit 2

venerdì 15 maggio 2015

Come adattare le taglie dei nostri lavori all'uncinetto



Ciao carissime,
con questo post vorrei dare ulteriori chiarimenti per quanto riguarda il calcolo della taglie, o meglio, come prendere le misure sul proprio corpo per adattare un modello di maglietta o cardigan o giacchina, ecc... alla propria figura.

Mi chiedete spesso, dopo un tutorial, quante catenelle o maglie cominciare per fare un'altra taglia rispetto a quella presentata nel video.

Fare questa cosa, per me, è abbastanza difficile (se non impossibile) per un solo motivo: non vorrei farvi sbagliare!!!!!
L'errore, in questi casi, è molto frequente perchè, non avendovi davanti, non posso prendervi le misure. 

Con questo post vi suggerisco dei punti standard dove misurarvi in modo che, non solo potrete risalire (attraverso i cm) alla vostra taglia standard ma potrete adattare il modello presentato al vostro fisico.
Non è detto, infatti, che una persona che ha la taglia 42 non debba apportare delle modifiche al modello per tante piccole variabili individuali (vedi larghezza seno, fianchi, lunghezza braccia, ecc...) che ci rendono ognuno differente dall'altro.

E quale migliore occasione, se non questa, per andare a costruire un capo d'abbigliamento che calzi perfettamente alla nostra figura.


In questa immagine vi ho messo i punti principali dove bisogna misurare, in cm, il proprio corpo.
Ci sono:
  • la larghezza di entrambe le spalle e di una spalla;
  • il giromanica;
  • la circonferenza seno (fondamentale perchè una persona può avere la taglia 40 di torace che deve correggere in base alle dimensioni del seno);
  • il girovita;
  • la circonferenza fianchi (vale la stessa cosa del seno!);
  • la lunghezza del braccio;
  • la circonferenza del braccio al polso, al gomito e al braccio (fondamentale per poter fare la manica lunga, a 3/4 oppure corta).


In questa tabella ci sono le misure standard in base alle quali si calcolano le taglie.

Non spaventatevi se non rientrate in questi ambiti in quanto una persona che fa nuoto, ad esempio, può avere una forma fisica perfetta e una taglia 42 ma non avrà necessariamente una larghezza spalle di 39 cm!!!

Non "rientrare" nella taglia non significa sempre e comunque essere un pò "in carne", anzi!
Le variabili interpersonali sono molteplici e la standardizzazione delle misure, per quanto utile, serve solamente come punto di riferimento per poi costruire la propria fisicità.






Questo è il modello dell'ultima maglietta che ho presentato nel video-tutorial sul mio canale YouTube.
Vi ho suggerito, visto che questa è una taglia 40, di utilizzare uncinetto e filato più spessi per raggiungere almeno la taglia 44 senza apportare alcuna modifica.

In base a ciò che ho detto prima questa cosa può non essere uguale per tutti e non solo se avete, ad esempio, una taglia 52 (e quindi non potete certo utilizzare un uncinetto n^8 per una maglietta estiva!!!!!!!) ma vale anche per chi ha un seno piuttosto pronunciato anche se è longilinea oppure dei fianchi importanti nonchè le spalle belle larghe.

Per tutti questi motivi, avendovi fornito il modello, potete tranquillamente mettere in ogni parte di esso le vostre misure e realizzare la vostra maglietta.

Fondamentale è l'abitudine di fare un campione con il filato che andrete a scegliere e col numero di uncinetto.
Di solito bastano 20 maglie per 10 giri e quando c'è un motivo vi consiglio di fare il campione anche del motivo.

Soltanto così potrete adattare qualsiasi modello al vostro fisico e vi assicuro che, se anche avete qualche chilo di troppo, nessuno ci farà caso perchè avrete avuto l'occasione non dico di nascondere (perchè non è questo l'importante!) ma di esaltare le parti più belle del vostro corpo distogliendo l'attenzione da quelle che, in determinati periodi della nostra vita, fanno più fatica a rimanere "belle" come magari noi eravamo abituate a vederle!!!

Che brutta sensazione quando in un camerino di qualche negozio la commessa continua a portarci capi di abbigliamento che non ci stanno e magari fa anche la faccia "scocciata" come se non esistesse nulla che ci vada bene!

Ogni persona deve poter trovare il vestito giusto per la propria costituzione. Se non lo trova c'è qualcosa che non va, ma non nella persona! nei modelli che vengono fatti (molto spesso per risparmiare) tutti uguali e magari col minimo di stoffa utilizzabile tagliata in ogni verso e da qualsiasi angolino utilizzabile della "pezza".

Per cui, niente paura!!!!
Lavorate su queste piccole cose e, con la pratica, riuscirete a trovare le misure e i modelli più adatti a voi. Sarà solo questione di esperienza.

Buon lavoro e spero di avervi potuto in qualche modo aiutare; se avete dei suggerimenti o delle cose da chiedere utilizzate tutti gli strumenti che avete a disposizione per comunicare con me (anche se non siete d'accordo, non c'è nessun problema......si parla e si chiarisce tutto!!!)

Francesca:)